Eventi e News

3/08/2015
 

Le giornate del Premio Adelio Ferrero – Programma

Le giornate del Premio Adelio Ferrero. Tre giorni di cinema e critica Alessandria, 1, 2, 3 ottobre 2015. Anteprima, sabato 26 settembre, alle ore 18.15, presso la libreria Mondadori di Alessandria, con presentazione del programma della manifestazione, cineaperitivo e tavola rotonda sui nuovi libri di Mario Gerosa (Terence Young, Roger Vadim), Roberto Lasagna (Cinema e […]

14/07/2015
 

Moustache, cane del battaglione a Marengo

In ogni esercito dell’epoca napoleonica al seguito delle truppe ci sono cani, alcuni mascotte delle divisioni, altri appartenenti personalmente ai soldati. A Marengo si sa che sono presenti due cani tra le file francesi e austriache. Il più celebre è Moustache, un cagnolino mascotte della 40^ linea francese. La notte prima della battaglia scopre una […]

14/07/2015
 

Il gatto e il galletto

In periodo rivoluzionario la satira svolge un ruolo importante. In occasione del Trattato di Tolentino imposto da Bonaparte alla Santa Sede il 19 febbraio 1797, in base al quale il papa rinuncia ad alcuni territori e cede molte importanti opere d’arte alla Francia, un autore ignoto realizza questa tavola satirica. Il grosso gatto che si […]

14/07/2015
 

I messaggi

La trasmissione segreta di notizie ed informazioni era già largamente utilizzata nel mondo antico. Le spie del periodo napoleonico utilizzavano dei sistemi più sofisticati ma ancora rudimentali, come quello di trasportare i messaggi nascosti nel tallone di una scarpa o nelle pagine di un libro, o scritto con l’inchiostro simpatico. I messaggi potevano essere chiari, […]

14/07/2015
 

Il contenuto di uno zaino

Le uniformi dell’epoca non hanno tasche e, di conseguenza, quello che il soldato porta con sé si trova nel suo zaino e nel suo tascapane. Il Regolamento francese del 28 aprile 1800 prevedeva che lo zaino contenesse un insieme di oggetti e di utensili oltre che un piccolo equipaggiamento. Nel suo insieme, lo zaino pesa […]

14/07/2015
 

“L’annegato” – Giuseppe Pellizza da Volpedo

“Il Divisionismo riproduce le addizioni di luce mediante una separazione metodicamente minuta delle tinte complementari”, così Gaetano Previati definisce la corrente artistica del Divisionismo la cui tecnica pittorica non mescola i colori sulla tavolozza ma li stende nei suoi differenti elementi direttamente sulla tela, accostandoli in minute particelle (punti, tocchetti, filamenti, perline) che aumentano l’intensità […]

Torna all'inizio dei contenuti