Eventi e News

11/07/2015
 

Insetto stecco

Sono l’insetto stecco e mi trovo al Teatro delle Scienze in vari esemplari e dimensioni. Il mio nome mi descrive già ampiamente, ricordo proprio un piccolo ramo: infatti ho il corpo allungato, esile ma slanciato; le zampe sono lunghe e atte ad un movimento in genere lento e simile allo spostamento di un ramoscello; le […]

11/07/2015
 

Il Planetario

Sotto la cupola del Planetario puoi osservare la volta celeste di 2000 anni fa, oppure quella di stasera, ciò che si vede da casa tua o la porzione di cielo che si vede in Australia. Puoi conoscere i pianeti del sistema solare ed il loro movimento periodico. Lasciarti affascinare dalle costellazione e da tutti i […]

11/07/2015
 

Panama

Conosciuto con questo nome perché indossato dal presidente degli Stati Uniti Theodore Roosevelt durante l’inaugurazione del Canale di Panama nel 1906, questo copricapo è intrecciato a mano con foglie disseccate di una palma chiamata “Toquilla” che cresce in Ecuador. Cappello di grande eleganza, protagonista assoluto delle vetrine nel periodo estivo, amato da personaggi quali Orson […]

11/07/2015
 

Le Borsaline

Nei primi anni del ‘900 la meccanizzazione della produzione del cappello portò alla sostituzione dei maestri cappellai con personale meno qualificato, in particolare di genere femminile. Nasce così la figura della Borsalina, non solo operaia ma soprattutto giovane donna, che diventa un vero e proprio mito di emancipazione femminile. Molti sono gli aneddoti sulla loro bellezza […]

7/07/2015
 

Cilindro modello Gibus

Cilindro modello Gibus è il nome che identifica il rivoluzionario cappello a cilindro progettato nel 1812 dal cappellaio Monsieur Gibus . Grazie ad un ingegnoso sistema di sottilissime molle d’acciaio applicato all’interno della fodera era possibile appiattirlo con la semplice pressione della mano. Diventando così maneggevole e pratico lo si poteva portare sottobraccio o depositare […]

7/07/2015
 

Artù

La responsabilità del regno cade sulle mie spalle: sono Re Artù. Mille nemici si aggirano ai confini delle mie terre e solo una mano ferma può averne ragione. Sono grato ai valorosi soldati e agli indomiti cavalieri che offrono la vita per il bene del regno e grazie ai quali ho potuto prevalere sul nemico. […]

Torna all'inizio dei contenuti