Categoria: Senza categoria

14/07/2015
 

Paglietta o magiostrina

Paglietta o magiostrina, un modello che si indossava a partire dal mese di maggio e veniva dismesso tassativamente al tempo della vendemmia. Indossato da personaggi noti e molto amati come Nino Taranto, con la sua caratteristica paglietta tagliuzzata, o dal maestro del cinema muto Buster Keaton, si tratta di un cappello rigido di forma ovale […]

14/07/2015
 

La chiave

E’ la Chiave della Città consegnata all’Imperatore Napoleone I, in occasione della sua venuta in Alessandria il 1 maggio 1805. Napoleone, vittorioso a Marengo nel giugno del 1800, nominato Imperatore nel 1804, giunge in Italia per essere incoronato Re d’Italia a Milano nel 1805 e, accompagnato dalla moglie Josephine, ne approfitta per visitare i luoghi […]

14/07/2015
 

Il Presepe ligneo

Il presepe proviene da Trino Vercellese e si inserisce all’interno di una ricca produzione di anconette lignee lombarde, rappresentanti la Natività. Essa è opera di un anonimo scultore pavese proveniente dal marchesato Paleologo di Casale e risale al 1490. E’ in legno scolpito, intagliato, dorato e dipinto.

14/07/2015
 

I Corali

I libri da coro fanno parte dell’originale complesso di 42 esemplari fatti eseguire a Roma da papa Pio V per il Convento di Santa Croce di Bosco Marengo. Dopo la soppressione del Convento di Santa Croce, nel 1873, i corali miniati vennero nascosti. Nel 1893, sistemati in sei casse, i libri vennero spediti al Convento […]

14/07/2015
 

Ratti. Fame e malattie.

Le cronache del tempo raccontano che durante l’assedio di Genova, la popolazione è obbligata a nutrirsi di ogni tipo di animale. Quando non si trovano più né cavalli, né cani, né gatti, si cominciano a mangiare i ratti. I ratti e i topi pullulano nelle città e nei porti del’epoca, a causa della mancanza di […]

11/07/2015
 

I fazzoletti patriottici

I fazzoletti patriottici, dipinti dal tenente Thappaz, amico e compagno di carcere di Andrea Vochieri riportano allegorie carbonare e motivi decorativi che si  rifanno a soluzioni più auliche come i racemi di vite ripresi da una pagina del Decamerone Trivulzio di GiovanBattista Gigola. Essi furono esposti alla mostra nazionale di Torino del 1844 dedicata al […]

11/07/2015
 

Insetto stecco

Sono l’insetto stecco e mi trovo al Teatro delle Scienze in vari esemplari e dimensioni. Il mio nome mi descrive già ampiamente, ricordo proprio un piccolo ramo: infatti ho il corpo allungato, esile ma slanciato; le zampe sono lunghe e atte ad un movimento in genere lento e simile allo spostamento di un ramoscello; le […]

11/07/2015
 

Il Planetario

Sotto la cupola del Planetario puoi osservare la volta celeste di 2000 anni fa, oppure quella di stasera, ciò che si vede da casa tua o la porzione di cielo che si vede in Australia. Puoi conoscere i pianeti del sistema solare ed il loro movimento periodico. Lasciarti affascinare dalle costellazione e da tutti i […]

11/07/2015
 

Panama

Conosciuto con questo nome perché indossato dal presidente degli Stati Uniti Theodore Roosevelt durante l’inaugurazione del Canale di Panama nel 1906, questo copricapo è intrecciato a mano con foglie disseccate di una palma chiamata “Toquilla” che cresce in Ecuador. Cappello di grande eleganza, protagonista assoluto delle vetrine nel periodo estivo, amato da personaggi quali Orson […]

11/07/2015
 

Le Borsaline

Nei primi anni del ‘900 la meccanizzazione della produzione del cappello portò alla sostituzione dei maestri cappellai con personale meno qualificato, in particolare di genere femminile. Nasce così la figura della Borsalina, non solo operaia ma soprattutto giovane donna, che diventa un vero e proprio mito di emancipazione femminile. Molti sono gli aneddoti sulla loro bellezza […]

Torna all'inizio dei contenuti